La realtà si sta sgretolando

con Nessun commento

Lettera aperta agli interessati della Rosacroce d’Oro

Cari amici,
seguendo le linee essenziali della vita spirituale e la loro espressione nella società umana, ciò che ci sta accadendo e che scuote tutta l’umanità è qualcosa che nella sua forma e grandezza nessuno si aspettava, ma se seguiamo il corso naturale che proviene dall’aspetto universale, potremmo dire che in qualche modo ne avevamo bisogno.

Seguendo cicli molto più estesi, l’umanità attraversa un ciclo vitale, come tutto ciò che esiste nella sua orbita intorno al Sole, ma in questo caso intorno a “un altro Sole”, un sole immateriale e invisibile che chiamiamo Spirito Universale.

Le orbite che descrivono l’umanità intorno a questo Spirito Centrale presentano momenti, fasi, nelle quali v’è la possibilità che questo movimento circolare si trasformi in una spirale, e così, lasciando un’orbita chiusa, possa elevare il suo livello di coscienza e di percezione verso una realtà differente, trascendente e realmente basata sui valori imperturbabili dell’Anima immortale.

Per noi è chiaramente percepibile che la realtà in procinto di sgretolarsi davanti ai nostri occhi è come il guscio di un uovo, all’interno del quale ci siamo sviluppati nel nostro processo di presa di coscienza e percezione.

Possiamo ora dire che milioni di persone che prima avevano frantumato quel guscio, nella loro smania di superare, elevare, trascendere, con grande sincerità e una seria pratica, si trovano dinanzi alla realtà ineluttabile di un cambiamento radicale della loro vita, in una sincera consapevolezza della natura del comportamento individuale e collettivo che abbiamo avuto fino ad oggi.

Vediamo come milioni di persone al mondo si preoccupino e soprattutto si occupino ogni giorno dell’ambiente, della dignità degli animali, della dignità delle persone, delle minoranze, dei diritti degli oppressi, dei deboli, dell’emancipazione delle donne, dello stato dei fiumi e dei mari, delle foreste e dell’atmosfera.

Milioni di persone in tutto il mondo stanno seriamente cercando soluzioni ai problemi pressanti che minacciano l’umanità, e lo fanno al di fuori delle organizzazioni politiche e religiose ufficiali.
E in questo sforzo, sperimentano un risveglio della coscienza, un’elevazione della consapevolezza verso parametri etici di gran lunga superiori rispetto a quelli del normale consumo.

Allo stesso tempo, mostrano empatia e un sentimento di fratellanza in un ambiente sempre più inclusivo.

E tutto ciò, che fino a poco tempo fa era solo una beccata sul guscio, un tempo protettivo, di quell’uovo e all’interno del quale ci eravamo tenuti occupati nel nostro mondo, ci vede oggi inevitabilmente uniti come in una rete umana viva e reale, confrontati con la nostra fragilità di esseri umani, come se una burrasca ci spogliasse, così da riconoscere non solo ciò che ci unisce, ma anche l’urgente necessità di riconoscere l’aspetto trascendente in ognuno di noi come l’unico fattore di dispiegamento della nostra coscienza.

La spirale in cui siamo entrati ci conduce a un’altra realtà, a una realtà presente proprio qui, però ora la nuova percezione comincia a diventarne più consapevole.

E qui sono venuti in nostro aiuto i progressi della scienza, soprattutto della fisica e delle neuroscienze. Entrambe hanno confermato e ratificato ciò che la tradizione spirituale afferma da millenni.

Innanzitutto, che la materia non esiste come pensavamo, ma l’unica cosa che esiste sono le vibrazioni che vengono plasmate in forme percepibili ai nostri organi sensoriali limitati e limitanti e trasferite al nostro cervello, dove prendono di nuovo forma per generare un’immagine di coerenza convenzionale.

E’ sufficiente che la nostra consapevolezza rompa con i parametri convenzionali, affinché improvvisamente, dinanzi alla nostra coscienza, si dispieghi un’altra struttura di forme fino ad ora non percepite che, a sua volta, manifesta una REALTÀ differente.

Questa nuova realtà non è un’allucinazione, bensì un insieme coerente con una comprensione della vita basata su valori e leggi di natura fondamentalmente spirituale.

Per questo motivo, la trasformazione della coscienza e dei suoi poteri di percezione avviene contemporaneamente all’iniziazione di queste leggi e di questi valori spirituali. Ciò implica un tirocinio.

E la Scuola Spirituale della Rosacroce d’Oro ha come unica funzione quella di fornire gli insegnamenti appropriati per questo.

Partiamo dal fondamento che sia la realtà spirituale a creare la realtà materiale, e non viceversa, come sostiene la scienza materialista.

V’è un’intelligenza universale che si esprime in idee, immagini e forme.

Abbiamo accesso a questa intelligenza universale, grazie al fatto che captiamo e pensiamo queste idee, immaginiamo queste immagini e percepiamo queste forme.

Il lavoro intrapreso dalla Rosacroce d’Oro è stato quello di ricreare, nello spazio interno della Scuola Spirituale – come se fosse un planetario – le idee, le immagini e le forme fondamentali del cosmo spirituale.

Come le stelle e i pianeti, le costellazioni e le galassie, la cupola spirituale della nostra Scuola – per coloro che sono veramente disposti a fare uno sforzo e ad aprire gli occhi sul proprio mondo interiore – è tornata a descrivere i fondamenti della Realtà Divina universale.

Ed è da questa percezione e comprensione che possiamo poi indirizzare i nostri passi verso la verità.
Poiché l’unica cosa che può renderci veramente liberi è la verità. Una verità la cui percezione non richiede intermediari o profeti.
Perché tutto ciò che richiede intermediari è incompatibile con la vera autonomia dell’essere umano spirituale.

Crediamo di trovarci di fronte a un momento di maturazione collettiva molto possente, poiché è impossibile non aver sviluppato una grande sensibilità nell’osservare ciò che stiamo vivendo, e quindi molti tra noi possono già riconoscere il compito dell’autentico essere umano: questi non si aspetta che qualcuno venga e gli prepari una realtà migliore o differente. Desidera essere se stesso l’artefice della propria realtà, del proprio destino, desidera definire da sé che tipo di persona vuole essere, che fine vuole servire, che strumento vuole suonare nel grande concerto divino universale.

É quindi un essere autocreatore, sa perfettamente che l’autentica realtà spirituale non ha bisogno di essere costruita o definita da nessuno, poiché già ESISTE in tutta la sua pienezza.

Noi crediamo che ora l’aiuto si manifesti attraverso l’azione basata sull’AMORE per il prossimo e la comprensione delle leggi e dei valori dello Spirito Divino.