Chi è Cristiano Rosacroce?

Cristiano Rosacroce riceve l'invito alle nozze alchemiche   Cristiano Rosacroce è tra i personaggi più misteriosi della storia intellettuale europea. Quale mistero si trova dietro il suo nome?

“Chi è Cristiano Rosacroce?“

Se si pongono queste domande oggi, allora le domande che ne conseguono inevitabilmente sono: “È realmente vissuto quest’uomo?“; “Chi sono i Rosacroce?“ La risposta a queste domande richiede una profonda ricerca interiore della verità. Non la verità consueta dei fatti storici, ma la verità senza tempo sulla natura e il fine dell’esistenza umana. Nel Lectorium Rosicrucianum i Rosacroce vedono in Cristiano Rosacroce un prototipo spirituale, il loro “Padre-fratello“ e fondatore dell’Ordine spirituale, e allo stesso tempo il nome del campo di forza del quale essi beneficiano. Negli scritti rosacrociani classici del Diciassettesimo secolo questo campo di forza è chiamato la “Dimora Sancti Spiritus“. Queste fonti della storia s...
Read More

La Pasqua

[caption id="attachment_43" align="alignleft" width="179"] Pasqua[/caption] Cari amici e care amiche, ricordate ancora quando, da bambini, attendevamo con ansia il giorno di Pasqua per … rompere l’uovo e trovare la sorpresa? In fondo, dopo le prime volte, sapevamo benissimo che quella sorpresa sarebbe stata una “cosina”, niente di speciale, nemmeno un vero giocattolo, tuttavia non vedevamo l’ora di rompere quel guscio di cioccolato per vedere cosa c’era dentro! L’assestare quel pugno al guscio ci dava un piacere forte, carico di emozione … A quel tempo non ci siamo sicuramente chiesti da dove venisse quella strana usanza, né perché i nostri genitori avessero comprato la colomba, quel dolce pieno di canditi e ricoperto di zucchero, e nemmeno perché si usasse mangiare l’agnello, il giorno di Pasqua. Più tardi abbiamo sentito dire che la colomba era un simbolo dello Spirito che era disceso su Gesù al momento della resurrezione, e che lo stesso agnello rappr...
Read More

Catharose de Petri, messaggera del Cristianesimo gnostico

Catharose de Petri   Catharose de Petri (1902 -1990) è stata, insieme a Jan van Rijckenborgh, la guida spirituale del Lectorium Rosicrucianum, dedicandosi completamente allo sviluppo spirituale e all’espansione mondiale della Scuola Spirituale della Rosacroce d’Oro. Il nome anagrafico di Catharose de Petri è Hendrikje Stok-Huizer.  Sin da bambina mostra i chiari sintomi della “cercatrice” sentendosi straniera in questo mondo.  Qualche tempo dopo, negli anni’20 del secolo scorso, partecipa alla fondazione del Lectorium Rosicrucianum, insieme a Jan van Rijckenborgh. Fondare una Scuola Spirituale e guidare un gruppo di esseri umani in cerca della dimensione di vita dell’anima-spirito, è certamente una missione che nasce da un richiamo interiore.  Catharose de Petri rivelerà in seguito di aver sperimentato questo richiamo all’età di 28 anni, un richiamo proveniente dall’ “Ordine di buonafede della Santa Rosacroce”.  Si è trattata di un’espe...
Read More

Jan van Rijckenborgh – Gnostico Rosacrociano ed Ermetico

Il nome anagrafico di Jan van Rijckenborgh era Jan Leene (1896-1968). Come co-fondatore e guida spirituale del Lectorium Rosicrucianum, il lavoro della sua vita fu, insieme a Catharose de Petri (1902-1990), la costruzione della Scuola Internazionale della Rosacroce d’Oro. [caption id="attachment_36" align="alignleft" width="300"] Jan van Rijckenborgh[/caption] Jan van Rijckenborgh nacque ad Haarlem, nei Paesi Bassi. Anche da giovane, era alla ricerca della verità e del profondo significato della vita. La discrepanza tra teoria e fede e la vita attuale che il giovane Jan Leene riconosceva molto spesso fra teologi e credenti, lo allontanò dalla Chiesa Calvinista, alla quale appartenevano i suoi genitori. Lui non attaccò la Chiesa dei suoi genitori, ma decise per se stesso di praticare veramente cosa era predicato in teoria. Trovò degli impulsi importanti nelle dichiarazioni del predicatore Calvinista Dr. Arnold Hendrik de Hartog (1869-1938).  De Hartog si rifa...
Read More

Cosa posso fare per vivere secondo la mia vera natura, secondo la mia vera identità?

“Cosa posso fare per vivere secondo la mia vera natura, secondo la mia vera identità?”. Questa è la domanda più importante che un essere umano possa rivolgere a se stesso, e questa vera identità è l’elemento eterno nell’uomo, di cui egli solitamente non è cosciente, ma che tuttavia preme per divenirlo e per realizzarsi.

“L’immagine a somiglianza di Dio” non è ancora manifestata in noi.  Allo stato attuale, l’essere umano è caratterizzato anche da una pseudo-identità, formata dai suoi desideri, dai suoi interessi e dai suoi compromessi egocentrici, anche se la domanda riguardante la vera natura della vita non si occupa di come realizzare tale pseudo-identità.  Questa domanda chiede che la vita corrisponda realmente alla natura autentica dell’uomo, alle sue più reali possibilità, al suo vero Sé. La condizione preliminare per avvicinarsi a tale principio è il riconoscimento dell’impossibilità di realizzarlo attraverso l...
Read More

L’incontro con Krishnamurti

Nell’agosto 1933 i fratelli Leene visitarono lo Sterkamp di Krishnamurti a Ommen, in Olanda, e ne pubblicarono un eccezionale rapporto nella rubrica “De tijdspiegel” (Lo specchio del tempo) della rivista mensile Het Rozekruis (La Rosacroce), seguito poi da una serie di articoli nel 1934. [caption id="attachment_17" align="alignleft" width="202"] Krishnamurti[/caption] L’allievo rosacroce deve avere un occhio aperto sugli importanti accadimenti mondiali e cercare di vederli e giudicarli nel modo giusto. Con questo prezioso motto nella mente, alcuni amici dell’Ufficio Pubblicazioni decisero in quei giorni di visitare lo Sterkamp di Ommen, il centro di lavoro di Krishnamurti. Essi volevano cercare, in un tempo relativamente breve, di studiare attentamente il campo e confrontare gli insegnamenti di Krishnamurti con le loro opinioni filosofiche, e per questo fu necessario parlare con lui personalmente. Grazie all’eccellente Direzione del campo e alla...
Read More

Catari, Mistici, Rosacroce – Messaggeri della Gnosi

[caption id="attachment_13" align="alignleft" width="300"] Montségur[/caption] La storia dello Gnosticismo dal VII° secolo a oggi è collegata a movimenti quali i Bogomili, i Manichei e i Catari, e a personaggi come Meister Eckhart e Jakob Böhme. Anche i Rosacroce del Lectorium Rosicrucianum si collocano nella tradizione gnostica.
Gli gnostici sono caratterizzati dalla loro aspirazione al Regno della Luce. Si possono trovare nei movimenti gnostici di tutte le epoche e anche in singoli individui, che sono diventati messaggeri della realtà divina attraverso la loro vita di servizio.  

Lo Gnosticismo nei secoli dal VII° al XIII°

Nel VII° secolo, i Pauliciani vissero e operarono nell’Impero Romano d’Oriente. Rifiutarono ogni forma di gerarchia costituita, poiché questa avrebbe limitato l’esperienza interiore della verità. Verso la fine dell’XI° secolo, centinaia di migliaia di Pauliciani – così come i Manichei – furono uccisi dalla Chiesa Ortodossa ...
Read More